Seleziona una pagina

A

Assorbimento dell’acqua

Per assorbimento si intende la quantità di acqua che una piastrella può assorbire, espressa come percentuale del peso a secco della piastrella stessa. Ad un elevato tasso di assorbimento di acqua corrisponde una struttura porosa; le strutture compatte sono, invece, caratterizzate da una bassa capacità di assorbimento di acqua. L’assorbimento dell’acqua è misurato in conformità con le normative EN ISO 10545-3.

B

Battiscopa

Pezzo speciale utilizzato lungo lo zoccolo di una parete con funzione protettiva e/o ornamentale.

Bicottura

Sono piastrelle che vengono prodotte con doppia cottura, la prima per il supporto e la seconda per lo smalto.

Il supporto, chiamato anche biscotto, viene cotto a temperature relativamente basse e preparato successivamente per la stesura dello smalto che qualificherà sia la resa estetica sia il pregio del prodotto finale.

Per le caratteristiche produttive questi materiali sono di norma poco resistenti all’usura da calpestio e quindi sconsigliati come pavimenti mentre sono indicati per i rivestimenti.

C

Calibro

Dimensione di fabbricazione della piastrella a cui il formato reale (misurato) deve essere conforme, con tolleranze come da normative specifiche.

Carico di rottura

Capacità di resistenza alla rottura della piastrella sottoposta ad una tensione conformemente ai test EN ISO (EN ISO 10545-4).

Ceramics of Italy

Ceramics of Italy è il marchio istituzionale di settore che rappresenta e promuove le aziende dell’industria ceramica italiana nel mondo. Il marchio Ceramics of Italy contrassegna piastrelle in ceramica prodotte esclusivamente in Italia. Con una valenza ulteriore: non esclusivamente un prodotto per l’industria delle costruzioni, ma punto di riferimento per stile e creatività. Per lo sviluppo di una nuova cultura dell’abitare Made in Italy.

Colour Shade Variation

La classificazione “colour shade variation” indica il livello di stonalizzazione, ovvero di variazione cromatica, che intercorre tra le piastrelle di una stessa collezione. V1 per i prodotti dall’aspetto uniforme, V2 per i prodotti con una lieve variazione cromatica, V3 per i prodotti con una moderata variazione cromatica e V4 per i prodotti con una forte variazione cromatica.

Cottura

Fase finale del processo di produzione in cui la materie prime, cotte a temperature superiori ai 1.250 °C e per un tempo variabile a seconda della collezione, arrivano a costituire un prodotto a tutta massa di eccezionale durezza, dalle caratteristiche meccaniche elevate.

D

Decoro su rete

Decoro assemblato in unità o fogli; Il retro ed il bordo delle piastrelle sono fissati ad una rete che diventa quindi parte integrante del decoro stesso e ne costituisce un elemento atto a facilitane la posa.

E

Ecolabel

Ecolabel è il marchio dell’Unione Europea di qualità ecologica che premia i prodotti e i servizi migliori dal punto di vista ambientale. Un attestazione del ridotto impatto ambientale del prodotto nel suo intero ciclo di vita in conformità con i rigorosi parametri ecologici e tecnici stabiliti a livello comunitario.

 

G

Gres porcellanato

Piastrella che si caratterizza per livelli di assorbimento di acqua minori dello 0,05%, oltre ad elevate caratteristiche meccaniche e chimiche.

L

Leed

LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) è un sistema di rating volontario finalizzato alla progettazione e costruzione di edifici sostenibili. Gli standard Leed, riconosciuti a livello internazionale, indicano i requisiti per costruire edifici ecocompatibili, capaci di funzionare in maniera sostenibile ed autosufficiente a livello energetico e di avere un basso impatto sull’ambiente durante tutto il loro ciclo di vita.

M

Modularità

Con il monocalibro si garantisce la posa con una fuga di 2mm dei diversi formati di una collezione, così come i formati di altre collezioni a medesimo calibro.

Monocottura

Si tratta di piastrelle smaltate, formate per pressatura, sottoposte ad un unico processo di cottura, vale a dire che il supporto e lo smalto vengono cotti contemporaneamente. Questa teconologia di produzione è stata ormai sorpassata dall’adozione sistematico delle linee di produzione di grès porcellanato.  Idonee soprattutto per la pavimentazione interna ed in rari esterna.

P

Pavimentazione tattile

Pavimentazione studiata in modo specifico per soggetti ipovedenti o non vedenti, tale da veicolare indicazioni di percorso su canali sensoriali non visivi.

Pavimento sopraelevato

Pavimentazione rialzata e posata su strutture metalliche o in materiale plastico che crea una intercapedine nella quale alloggiare le reti impiantistiche, tale a garantire la massima flessibilità nella progettazione degli spazi lavorativi o abitativi.

Pezzi Speciali

Elementi ceramici di corredo, caratterizzati da una struttura tridimensionale atta a rifinire il pavimento o il rivestimento di volumi particolari e finalizzati a soddisfare le specifiche esigenze architettoniche o sanitarie di una determinata area (scalini, gradini, elementi di raccordo, elementi di chiusura, …).

Porosità

Volume dei pori in grado di assorbire umidità rispetto al volume del corpo della piastrella. (si veda anche “assorbimento dell’acqua”).

R

Resistenza agli shock termici

La capacità della piastrella di resistere ad alterazioni se soggetta a rapide ed estreme fluttuazioni di temperatura, determinata dai test EN ISO (EN ISO 10545 – 9)

Resistenza al fuoco

La capacità della piastrella di resistere al fuoco e alle fiamme. Le piastrelle di ceramica sono ignifughe a qualsiasi temperatura, non sono infiammabili e non provocano emissioni tossiche (Classe 5)

Resistenza al gelo

Capacità della piastrella di resistere al gelo/disgelo con conseguenze minime. L’ingelività dipende dalla porosità e dal livello di assorbimento dell’acqua della piastrella. Il test di resistenza al gelo è definito conformemente ai test EN ISO (EN ISO 10545-12).

Resistenza all’attacco chimico

La capacità della piastrella di resistere a danni da agenti chimici, acidi, alcali, e sali da piscina, conformemente ai test EN ISO (EN ISO 10545-13). Il gres porcellanato non resiste all’attacco dell’acido solforico.

Resistenza all’urto

La capacità della piastrella di resistere alla rottura – di tutta la struttura o come scheggiatura della superficie – in seguito ad un duro colpo. Gli standard internazionali definiscono il coefficiente di restituzione (ISO 10545-5), ovvero il criterio di misurazione della resistenza all’impatto.

S

Stabilità cromatica

Caratteristica di stabilità dei colori della piastrella, che non vengono alterati dall’esposizione al sole, agli agenti atmosferici o allo smog.

Stucco

Materiale utilizzato nella fase di posa per riempire le fughe tra le piastrelle.

Superfici antiscivolo

Superfici ceramiche in grado di garantire un’adeguata sicurezza di calpestio in condizioni specifiche di scarsa aderenza (ad esempio: pavimento bagnato). Per maggiori informazioni, si consulti la tabella dedicata Mirage.

T

Taglio a idrogetto

Metodologia di precisione che utilizza per il taglio l’abrasione dell’acqua in pressione, in grado di incidere la superficie ceramica.

Tono

Il tono indica la tonalità cromatica che caratterizza un determinato lotto produttivo di piastrelle. Il tono è indicato con una lettera associata ad un numero (ad esempio, B580), che rispettivamente indicano la produzione progressiva ed il tono definito per il prodotto.

 

 

Chiama ora
Share This
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: